Nicola, studente del Doppio Diploma di Trieste, ci racconta la sua esperienza con il percorso di studio di High School.

Ciao Nicola! Per prima cosa congratulazioni: hai avuto un ottimo inizio di percorso con il Doppio Diploma. Quali sono le tue impressioni?

Buongiorno,per prima cosa voglio ringraziare per l’opportunità di essere intervistato. Ho appena concluso il primo semestre del Doppio Diploma e ne sono felicissimo. Mi è piaciuto molto non solo per gli argomenti trattati e per le cose imparate ma anche per il fatto che alcuni metodi insegnati dalla Mater Academy li ho trovati molto utili anche nell’usarli nella mia scuola qui a Trieste. mi piace impegnarmi e raggiungere obbiettivi che da solo mi impongo perché mi rendono fiero di me stesso.

Quali sono le motivazioni che ti hanno spinto ad iscriverti?
Sicuramente l’idea di avere un diploma liceale americano è sempre stato un mio sogno ed é una tra le cose più rilevanti che hanno influenzato la mia scelta. In secondo luogo anche il fatto di studiare nuove cose che qui in Italia non si studiano e venire a contatto con una popolazione quasi completamente diversa dalla nostra ed interagire con essa mi ha spinto a iscrivermi. Probabilmente sono stato anche influenzato dal fatto che mi piace molto mettermi alla prova e migliorare il mio sapere da un punto di vista internazionale.

Com’è il rapporto con l’insegnante?
Personalmente mi trovo molto bene con la mia insegnante poiché sempre disponibile, gentile e pronta a spiegare quante volte necessario lo stesso argomento fino a capirlo. Anche durante le “live session” dimostra di saper interagire con persone che provengono da qualsiasi parte del mondo e interessarsi ad imparare nuove cose, un fatto che conta molto secondo me perché dimostra che non si smette mai di imparare.

Possiamo chiederti come ti sei trovato a partecipare all’attività facoltativa AveAmici?
Inizialmente ero agitato perché non sapevo come avrei rotto il ghiaccio o con chi avrei parlato ma dopo aver risposto, tutto il nervosismo era sparito e fortunatamente non c’è stato neanche un singolo momento di imbarazzo. L’audio non era dei migliori ma considerando che non eravamo gli unici ad usare internet la connessione non poteva essere migliore. Abbiamo parlato di cosa ci piace fare nella vita e di cosa no, dei nostri hobbies e di dove viviamo. ci siamo scambiati i social per rimanere in contatto e spero che partecipando al viaggio a Miami quest’estate avrò la possibilità di incontrarli di persona.

Quale corso ti è piaciuto di più?
Per ora frequento solo il corso di inglese III poiché sono ancora al primo anno ma come ho già detto mi piace moltissimo e non vedo l’ora di affrontare i nuovi argomenti del secondo semestre. Quando ne avrò la possibilità penso che scegliere il corso di psicologia sia la cosa più bella che potrei fare quindi non vedo l’ora di arrivare a quel momento.

Consiglieresti questo percorso a chi vuole approfondire le proprie competenze linguistiche e far parte di una High School americana?
Sicuramente lo consiglierei solo a chi sa di potersi impegnare e sia pronto a farlo e a chi vorrebbe approfondire le sue conoscenze stando in contatto con un clima completamente differente. Non lo potrei consigliare a persone con un basso livello di inglese e disinteressate, poiché questa scuola non serve a imparare l’inglese ma piuttosto ad approfondirlo e consolidarlo. Però a chi possiede queste competenze linguistiche e ha voglia di imparare come me, consiglio di farlo perché non è solo un percorso di studi ma è un percorso di crescita e divertimento.

Grazie Nicola per questa intervista! 😊